Enti di ricerca

Print
-A A +A

Il Centro Nazionale Sostanze Chimiche, prodotti Cosmetici e protezione del Consumatore (CNSC) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) forniscono supporto tecnico-scientifico ai Ministeri.

Le attività del CNSC concernono, l’individuazione dei pericoli delle sostanze chimiche, la tossicologia e la stima dell'esposizione umana, diretta e indiretta, alle sostanze e la caratterizzazione del rischio. Il CNSC supporta le attività di controllo e di vigilanza, in accordo con l'Autorità competente e le Regioni e Province Autonome.
L’Istituto inoltre, nell’ambito dell’attuazione del regolamento CLP (Reg (CE) 1272/2008) gestisce l’Helpdesk nazionale CLP, con lo scopo di fornire supporto e informazioni sugli obblighi previsti dal regolamento ai fabbricanti, agli importatori, ai distributori, agli utilizzatori a valle e a qualsiasi altro soggetto interessato.

L’ISPRA svolge le attività di valutazione del rischio ambientale delle sostanze chimiche, analizzandone le caratteristiche intrinseche di pericolosità, il loro destino e i possibili effetti sugli organismi e sugli ecosistemi esposti.

Il CNSC e l’ISPRA partecipano alle attività di valutazione delle sostanze a livello europeo, in particolare per i seguenti aspetti:

- valutazione dei dossier di registrazione: esame dei progetti di decisione predisposti dall’ECHA nell’ambito della valutazione delle proposte di sperimentazione e dei controlli di conformità dei fascicoli di registrazione;

- valutazione di alcune sostanze prioritarie che destano preoccupazione per la salute umana e per l’ambiente al fine di verificare se i rischi per la salute umana e per l'ambiente siano adeguatamente controllati

Gli Istituti supportano inoltre la partecipazione di propri esperti alle attività del Comitato per la valutazione dei rischi (RAC) dell’ECHA che predispone la posizione dell’Agenzia in relazione alle proposte di autorizzazione, di restrizione e di classificazione armonizzata.