Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Diritto a essere informati

-A A +A

L'informazione  ai consumatori per REACH

I consumatori hanno diritto ad essere informati sulle sostanze chimiche che utilizzano e alle quali sono esposti.

L’informazione e la responsabilizzazione degli utilizzatori di sostanze chimiche e dei consumatori  può generare una maggiore consapevolezza e quindi un uso più sicuro delle stesse.

La Commissione europea riconosce ai cittadini il diritto di “accesso alle informazioni sulle sostanze chimiche cui sono esposti”, e che le informazioni siano "presentate in modo da consentire a chiunque di capire i rischi connessi all’uso”.

Tali diritti sono riconosciuti dalle norme europee e nazionali sulle sostanze chimiche,  in particolare dal  Regolamento REACH che prevede:

  • obblighi di informazione per fabbricante, importatore, utilizzatore a valle, distributore
  • obblighi di comunicazione verso il consumatore sulle sostanze presenti negli articoli
  • obblighi di comunicazione delle informazioni lungo la catena di approvvigionamento
  • accesso dei lavoratori alle informazioni sulle sostanze chimiche
  • obbligo di conservare le informazioni presso le aziende

Il flusso delle informazioni sulle sostanze che devono accompagnare  un prodotto dal momento della produzione fino alla distribuzione  è particolarmente importante sia per i lavoratori sia  per i consumatori che le utilizzano.

Il regolamento REACH all’art. 33(2) riconosce al consumatore il “diritto ad essere informato”. Il consumatore può richiedere al fornitore informazioni sufficienti a consentire la sicurezza d’uso dell’articolo e il nome della sostanza in esso contenuta, qualora si tratti di una sostanza indicata come “sostanza estremamente preoccupante (SVHC)”  in concentrazione superiore allo 0,1%.

L’informazione deve essere fornita al consumatore dal fornitore del prodotto, il quale è tenuto ad acquisirla lungo la catena di approvvigionamento. Le informazioni sono comunicate gratuitamente entro 45 giorni dalla richiesta del consumatore.

Tavolo dei consumatori

È stato istituito presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare il “Tavolo di informazione e consultazione con le associazioni dei consumatori sul Regolamento REACH”. Lo scopo è di instaurare un rapporto di collaborazione con le associazioni dei consumatori per promuovere le iniziative di sensibilizzazione dei cittadini sull’uso sicuro delle sostanze chimiche, individuando i metodi di comunicazione più efficaci.

Le attività del Tavolo prevedono: proposte da parte delle associazioni dei consumatori su argomenti che ritengono prioritari; presentazione di documenti informativi redatti dalla Commissione europea, dall’ECHA o dagli Stati membri comunicazione da parte delle amministrazioni delle iniziative di informazione in corso.

Il Tavolo è composto dai rappresentanti delle associazioni dei consumatori, indicate dal Consiglio Nazionale Consumatori Utenti (CNCU) e dai rappresentanti delle amministrazioni coinvolte nell’attuazione del regolamento REACH.

Fanno parte del tavolo i rappresentanti di:  Ministero della Salute, Ministero dello Sviluppo Economico, Istituto Superiore di Sanità (ISS) - Centro Nazionale Sostanze Chimiche (CSC), Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (coordinatore del tavolo).