Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

ECHA e-news - 26 febbraio 2020

-A A +A

In questo numero: nel 2019 l'ECHA ha aumentato del 50% il numero di controlli di conformità sulle informazioni presentate dalle imprese nei dossier di registrazione; al 1° gennaio 2020 sono state registrate 36 sostanze in nanoforma, il 10% in meno di quanto previsto dall'ECHA; è disponibile il numero di febbraio della Newsletter dell’Agenzia; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

In questo numero:

REACH

Nel 2019 l'ECHA ha aumentato del 50% il numero di controlli di conformità sulle informazioni presentate  dalle imprese nei dossier di registrazione.
Dati sulla valutazione

Al 1° gennaio 2020 sono state registrate 36 sostanze in nanoforma, il 10% in meno di quanto previsto dall'ECHA. L’Agenzia ha predisposto un format che i registranti possono compilare per dimostrare di aver fatto tutto il possibile per soddisfare i requisiti di informazione ai sensi del Regolamento REACH per quanto riguarda le sostanze in nanoforma. È disponibile inoltre la registrazione video del webinar del 24 febbraio scorso sulle registrazioni finora pervenute per i nanomateriali.

È disponibile il resoconto sintetico della riunione del Comitato REACH tenutasi il 4 febbraio 2020.

L’ECHA ha condotto un’indagine per stimare il numero di domande di autorizzazione relative a 11 sostanze che la Commissione europea ha inserito lo scorso febbraio nell’Allegato XIV del Regolamento REACH. L’indagine ha rilevato che solo poche imprese sono interessate a continuare a utilizzare alcune delle 11 sostanze estremamente preoccupanti e che il processo di autorizzazione sta orientando le imprese verso alternative più sicure. L’Agenzia ricorda a coloro che non hanno partecipato all’indagine che è possibile fornire il loro contributo scrivendo a: substitution@echa.europa.eu

L’ECHA ha realizzato un video in cui vengono illustrati con un linguaggio accessibile a tutti gli obblighi relativi alle notifiche ai centri antiveleni delle informazioni sulle miscele pericolose.
Gruppo Linkedin sui centri antiveleno

È disponibile il numero di febbraio della Newsletter dell’Agenzia.

CONSULTAZIONI PUBBLICHE

Sono state avviate le consultazioni pubbliche sulle proposte di classificazione ed etichettatura armonizzate per le seguenti sostanze:

La scadenza per inviare osservazioni è il 24 aprile 2020.

È stata avviata la consultazione pubblica sulle bozze relative alla definizione dei profili di rischio delle seguenti sostanze, proposte come inquinanti organici persistenti (POP):

La scadenza per inviare osservazioni è il 15 aprile 2020.

Altre consultazioni
39 proposte di sperimentazione con scadenza per inviare osservazioni il 12 marzo e 21 con scadenza 9 aprile 2020;
1 invito a presentare osservazioni e informazioni con scadenza 13 marzo e 1 con scadenza 31 marzo 2020;
1 proposta di restrizione con scadenza 25 marzo 2020;
proposte di classificazione ed etichettatura armonizzate con scadenza 3 aprile 2020;
10 domande di autorizzazione con scadenza per inviare osservazioni 8 aprile 2020.

OPPORTUNITÀ DI LAVORO
Possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l’ECHA

LINK UTILI
Introduzione al regolamento REACH
Lista delle sostanze candidate all’autorizzazione
Lista delle sostanze soggette all’obbligo di autorizzazione
Uscita del Regno Unito dall’Unione europea
Condivisione dei dati
Terminologia – Collegamento al Database ECHA-term
Archivio settimanale dell’ECHA
Iscrizione all’e-news e alla Newsletter dell’ECHA

 

No