Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

ECHA e-news - 18 marzo 2015

-A A +A

In questo numero: l'ECHA ha adottato il piano d'azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP) per il periodo 2015-2017; il RAC e il SEAC hanno concordato nuovi pareri sulle domande di autorizzazione e proposte di restrizione; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

ECHA e-news - 18 marzo 2015

In questo numero:

L’ECHA ha adottato il piano d'azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP) per il 2015-2017 con 134 sostanze da valutare. L'aggiornamento del CoRAP per il 2015-2017 è stato preparato in stretta cooperazione con gli Stati membri.

Nel corso della riunione plenaria, il Comitato per la valutazione dei rischi (RAC) ha esaminato 12 domande di autorizzazione per 17 usi relativi al trichloroethylene e conseguentemente ha concordato 11 bozze di parere; ha adottato inoltre una proposta di restrizione relativa ai sali di ammonio nei materiali isolanti in cellulosa.
Durante la sessione relativa alla classificazione ed etichettatura armonizzate, il RAC ha adottato sei pareri e ha proseguito i lavori sulla proposta francese per limitare il bisfenolo A (BPA), utilizzato nella carta termica dei biglietti e delle ricevute.

Nel corso della riunione plenaria, il Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) ha adottato due pareri definitivi sulle proposte di restrizione relative al cadmio e ai suoi composti nei colori per artisti e al crisotilo. Il Comitato ha inoltre concordato la bozza di parere sulla proposta di restrizione dei sali di ammonio nei materiali isolanti in cellulosa. Infine, il Comitato ha esaminato 12 domande di autorizzazione per 17 usi del trichloroethylene e conseguentemente ha concordato 16 bozze di parere.

L’ECHA ha avviato una consultazione pubblica sulla bozza di parere del SEAC relativa alla proposta di restrizione dei sali di ammonio inorganici contenuti nei materiali isolanti in cellulosa. Il termine ultimo per inviare commenti è il 18 maggio 2015. Nel mese di giugno 2015, l'ECHA presenterà alla Commissione europea i pareri dei Comitati RAC e SEAC.

La Newsletter dell’ECHA ha raccolto alcune domande frequenti relative al regolamento CLP in vista della scadenza del 2015. L’indagine mira ad agevolare le imprese a classificare in modo appropriato le miscele ai sensi del regolamento CLP.
Materiale informativo
Video sul CLP.

L’ECHA ha pubblicato la versione aggiornata relativa alla procedura di approvazione per i biocidi, concordata in occasione della nona riunione del comitato sui biocidi (BPC) tenutasi nel mese di febbraio. La nuova versione, rispetto alle precedenti, fornisce chiarimenti in merito alle responsabilità, agli attori coinvolti e alla tempistica e comprende alcuni elementi aggiuntivi.

L'Agenzia chiarisce le modalità che le aziende devono adottare per segnalare più esplicitamente l'uso di sostanze nella fratturazione idraulica impiegata per la ricerca o l’estrazione di petrolio e gas.

L’ECHA sta organizzando un workshop su come utilizzare le informazioni derivanti dalle procedure previste dai regolamenti REACH e CLP, al fine di promuovere l'uso sicuro delle sostanze chimiche nei siti industriali. Il workshop offre ai partecipanti la possibilità di comprendere come i dati generati dalle procedure ai sensi del REACH e CLP possano supportare le industrie nel rispetto degli obblighi derivanti da altre legislazioni. La partecipazione al workshop è su invito. Per qualsiasi richiesta sull’evento contattare il seguente indirizzo: downstream_users@echa.europa.eu.

L'Agenzia, in collaborazione con l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), ha organizzato il 7 e 8 ottobre 2015 un workshop di aggiornamento scientifico sulla valutazione del rischio nel comparto suolo. Il workshop si svolgerà a Helsinki ed è prevista la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni governative, del mondo accademico, dell'industria e altre parti interessate. Lo scopo del workshop è di sviluppare nuovi approcci e metodi scientifici a sostegno della normativa europea in questo settore. Si invitano gli esperti ad inviare la propria manifestazione di interesse entro il 15 aprile il 2015.

L’ECHA ha avviato la consultazione pubblica relativa alla proposta di restrizione per la vendita al pubblico di fluidi per il lavaggio del parabrezza e di alcol denaturato contenenti metanolo in concentrazione pari o superiore al 3% in peso. Lo scopo è di eliminare l’avvelenamento da ingestione di questi prodotti contenenti metanolo in alte concentrazioni. Coloro che abusano cronicamente di alcol consumano questi prodotti come surrogato dell’etanolo perché meno costosi. L'ingestione di metanolo può causare cecità permanente e morte. E’ possibile inviare commenti entro il 18 settembre 2015.

Sono inoltre in corso le consultazioni pubbliche relative ai seguenti documenti:

Possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l'ECHA.

No