Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

REACH: il sistema normativo per le sostanze chimiche più ambizioso al mondo

-A A +A

L’ambizioso progetto di introdurre in Europa la gestione delle sostanze chimiche per il futuro si sta facendo strada a passo sostenuto. Grazie a REACH, alla fine del novembre 2010 l’industria chimica metterà a disposizione quantità senza precedenti di informazioni sulle sostanze chimiche tramite l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA).

Ciò è dovuto al fatto che, entro il 1° dicembre 2010, gli importatori e i fabbricanti europei dovranno registrare le sostanze chimiche più pericolose e con un elevato volume di produzione presenti sul mercato o, altrimenti, cessare di commercializzarle in Europa.

L’ECHA e le autorità competenti degli Stati membri valuteranno le registrazioni e le sostanze per verificare che l’industria chimica garantisca l’uso sicuro delle proprie sostanze.

Le autorità nazionali preposte all'applicazione potranno utilizzare i dati quando eseguono ispezioni in sito e verificare che vengano adottate le misure di gestione del rischio adeguate. Le informazioni aiuteranno inoltre a individuare i casi in cui è necessario adottare misure contro le sostanze più pericolose.

Le informazioni sulle sostanze chimiche saranno disponibili per tutti.

L’ECHA metterà alcune delle informazioni sulle sostanze chimiche a disposizione del pubblico attraverso il suo sito Internet.

Il sito fornirà informazioni sulla sostanza stessa e sulla sua pericolosità nonché orientamenti per un uso sicuro. La quantità di informazioni aumenterà nel tempo, a ogni nuova scadenza di registrazione.

La seconda scadenza di registrazione, nel 2013, riguarda le sostanze chimiche prodotte o vendute in quantità minori e la terza e ultima scadenza, nel 2018, concerne quelle prodotte o vendute in quantità limitate.

Oltre a rispettare queste scadenze, le società dovranno registrare le nuove sostanze chimiche, prima di introdurle nel mercato.

No