Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

ECHA e-news – 30 gennaio 2019

-A A +A

In questo numero: è possibile inviare suggerimenti all'EUON su nuovi studi relativi ai nanomateriali, la Corte di giustizia europea ha respinto il ricorso presentato dall’impresa DEZA contro la precedente sentenza del Tribunale dell’Unione europea relativa alla sostanza bis(2-ethylhexyl) phthalate (DEHP), presentata da ECHA una proposta di restrizione per particelle di microplastiche intenzionalmente aggiunte alle miscele utilizzate dai consumatori o dagli utilizzatori professionali, e altre notizie.

ECHA e-news – 30 gennaio 2019

In questo numero:

REACH
Lo European Union Observatory for Nanomaterials (EUON) conduce ogni anno fino a tre studi con l’obiettivo di migliorare le conoscenze relative ai nanomateriali. Coloro che hanno suggerimenti per i prossimi studi possono inviare le proposte entro il 7 febbraio 2019.
È disponibile inoltre un breve questionario per ricevere un feedback dagli utenti sul funzionamento dell’osservatorio.

È disponibile una nuova guida pratica su come segnalare i cambiamenti di identità delle figure giuridiche ai sensi dei regolamenti REACH e CLP.

La Corte di giustizia europea ha respinto il ricorso presentato dall’impresa DEZA contro la precedente sentenza del Tribunale dell’Unione europea relativa alla sostanza bis(2-ethylhexyl) phthalate (DEHP) (CE 204- 211-0, CAS 117-81-7). Nel 2017 il Tribunale aveva respinto la richiesta della DEZA di annullare la decisione dell'ECHA di identificare il DEHP come interferente endocrino per l'ambiente.

L'ECHA ha presentato una proposta di restrizione per particelle di microplastiche che sono intenzionalmente aggiunte alle miscele utilizzate dai consumatori o dagli utilizzatori professionali. Se adottata, la restrizione potrebbe ridurre la quantità di microplastiche rilasciate nell'ambiente nell'UE di circa 400 mila tonnellate in venti anni.

Inoltre sono state presentate le proposte di restrizione relative alle sostanze:

Sono state presentate proposte di classificazione ed etichettatura armonizzate per le sostanze:

Intenzioni di presentare proposte di classificazione ed etichettatura armonizzate per le sostanze:

COMMISSIONE DI RICORSO
La Commissione di ricorso ha pubblicato la decisione sul caso A-005-2017; il provvedimento riguarda l'obbligo di trasmissione congiunta.  La Commissione ha inoltre pubblicato le decisioni sui casi A-023-2018 e A-024-2018 relativi a controversie sulla condivisione dei dati.

CONSULTAZIONI PUBBLICHE
Consultazioni mirate per due proposte di classificazione ed etichettatura armonizzate:

La scadenza per inviare commenti è l'11 febbraio 2019.

Altre consultazioni pubbliche
2 proposte di classificazione ed etichettatura armonizzate con scadenza per inviare osservazioni 8 febbraio,  3 con scadenza 15 febbraio, 1 con scadenza 22 febbraio, 3 con scadenza 1 marzo, 1 con scadenza 8 marzo e 6 con scadenza 22 marzo 2019;
5 proposte di sperimentazione con scadenza 11 marzo 2019;
Bozza di parere SEAC su una proposta di restrizione con scadenza 11 febbraio 2019;
Raccomandazione per modificare l’allegato XIV con scadenza 12 marzo 2019;
1 proposta di restrizione con scadenza 19 marzo e 2 con scadenza 19 giugno 2019;

OPPORTUNITÀ DI LAVORO
Possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l’ECHA

LINK UTILI
Introduzione al regolamento REACH
Lista delle sostanze candidate all’autorizzazione
Lista delle sostanze soggette all’obbligo di autorizzazione
Condivisione dei dati
Terminologia – Collegamento al Database ECHA-term
Documenti di supporto
Archivio settimanale dell’ECHA
Iscrizione all’e-news e alla Newsletter dell’ECHA

No