Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

E-News

-A A +A

L'ECHA informa sulle proprie iniziative attraverso news settimanali che si possono ricevere via mail in lingua inglese; è possibile iscriversi qui.

In questa sezione sono riportate le informazioni di interesse generale tradotte in lingua italiana.

Totale elementi:

229

  • Iscriviti a questo feed
  • Pubblicato il: 18/09/2015

    In questo numero: Il SEAC (Comitato per l’analisi socioeconomica) ha concluso i lavori relativi alle restrizioni del bisfenolo A, del DecaBDE e del PFOA e ha definito due pareri per l'autorizzazione; Il RAC (Comitato per la valutazione dei rischi) ha concluso i lavori per quanto riguarda la restrizione del PFOA; aggiornato il Registro delle intenzioni; pubblicato il 7° Adeguamento al progresso tecnico del Regolamento CLP; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    ECHA e-news - 16 settembre 2015

    In questo numero:

    • Programma di revisione del Regolamento sui biocidi
      Prime scadenze nel mese di ottobre 2015 per notificare determinate sostanze attive

      Entro il 14 ottobre 2015, le aziende devono notificare all'ECHA l’utilizzo di pentaidrossocloruro di dialluminio come principio attivo nei disinfettanti e negli alghicidi non destinati all'applicazione diretta sull’uomo o sugli animali. La prossima scadenza per notificare le sostanze attive esistenti attualmente non contemplate nell’ambito del programma di revisione è il 30 ottobre.
      News
    • Il SEAC (Comitato per l’analisi socioeconomica) ha concluso i lavori relativi alle restrizioni del bisfenolo A, del DecaBDE e del PFOA e ha definito due pareri per l'autorizzazione.
      Il Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) ha definito la sua bozza di parere sulla proposta francese per limitare l'immissione sul mercato di carta termica contenente Bisfenolo A (4,4'-isopropilidendifenolo, BPA) (CE. 201-245-8).
      Il SEAC ha anche adottato il suo parere definitivo sulla proposta dell'ECHA di limitare l'uso del decaBDE (decabromodifeniletere) (EC. 214-604-9) come ritardante di fiamma nelle materie plastiche e tessili, confermando la sua bozza di parere del giugno 2015.
      Il Comitato ha altresì definito la sua bozza di parere, a sostegno della proposta, da parte della Germania e della Norvegia, di limitare la produzione, la commercializzazione e l’uso di acido perfluoroottanoico (PFOA) (CE. 206-397-9), dei suoi sali e dei suoi derivati, nonché degli articoli e delle miscele che contengono tali sostanze.
      Il SEAC ha anche definito due pareri per l'autorizzazione del tricloroetilene (CE. 201-167-4) e del cromato di piombo (CE. 231-846-0).
      News
    • Il RAC (Comitato per la valutazione dei rischi) ha concluso i lavori per quanto riguarda la restrizione del PFOA
      Il Comitato di valutazione dei rischi (RAC) ha adottato un parere a sostegno della proposta della Germania e della Norvegia di limitare la produzione, la commercializzazione e l’uso di acido perfluoroottanoico (PFOA) (CE. 206-397-9), dei suoi sali e dei suoi derivati, nonché degli articoli e delle miscele che contengono tali sostanze.
      Il RAC ha anche definito due pareri per l'autorizzazione e ha adottato sei pareri in materia di classificazione ed etichettatura armonizzate.
      News
      Allegato
    • Consultazioni pubbliche sulle bozze di parere del SEAC per limitare Bisfenolo A e PFOA, i suoi sali e i suoi derivati
      Le parti interessate sono invitate a inviare osservazioni sulle bozze di parere del Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) in merito alle proposte di restrizione sul bisfenolo A (4,4 'isopropilidendifenolo, BPA, CE 201-245-8) e acido perfluoroottanoico (PFOA, CE 206-397-9), suoi sali e i suoi derivati. Queste due consultazioni pubbliche resteranno aperte fino al 16 novembre 2015.
      Proposte di restrizione presentate attualmente in esame
    • Notificate all’ECHA i vostri usi coperti da un'autorizzazione REACH
      Se utilizzate una sostanza per la quale un attore a monte della catena di approvvigionamento ha l'autorizzazione, è necessario notificare il vostro uso di tale sostanza all'ECHA. Per questo è ora disponibile un modulo online.
      News
      Articolo 66
    • Aggiornato il Registro delle Intenzioni
      Classificazione ed etichettatura armonizzate

      Una nuova intenzione relativa alla classificazione e l’etichettatura armonizzate (CLH) per la sostanza imiprotrina (ISO) (CE 428-790-6)
      Cinque intenzioni sono state invece ritirate dal Registro delle intenzioni. Queste riguardano le sostanze difenilammina (CE 204-539-4), zineb (CE 235-180-1), picossistrobin (CAS 117428-22-5), fluquinconazolo (CE 411-960-9) e butano-1,4-diammina (putrescina) (CE 203-782-3).
      Attuali intenzioni CLH
    • Pubblicato il settimo adeguamento al progresso tecnico
      Il settimo adeguamento al progresso tecnico (ATP) è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Il regolamento CLP viene aggiornato con le classificazioni per quelle sostanze i cui pareri sono stati adottati dal comitato per la valutazione dei rischi (RAC) nel corso del 2013.
    • Siete interessati alle sentenze in materia di legislazione comunitaria sui prodotti chimici?
      Sono disponibili sul sito web dell'ECHA le sentenze sui casi chiusi della Corte di giustizia europea e nella quali l'Agenzia è stata Parte. Sono pubblicate due tabelle. La prima contiene i casi giudiziari conclusi in cui l'Agenzia è stata parte e la seconda contiene le pronunce pregiudiziali sull'interpretazione della normativa riguardante l'ECHA.
      Casi in cui l'ECHA è stata Parte
      Pronunce pregiudiziali
    • Eventi
      Webinar REACH 2018 'Trova il tuo co-dichiarante e preparatevi a lavorare insieme'
      18 novembre 2015, 11:00 - 12:00, Helsinki (EEST, GMT +3)

      Il webinar ha lo scopo di supportare le imprese nel reperire le informazioni sulle pre-registrazioni in REACH-IT, nel verificare se la sostanza è già stata registrata e nell’individuare le aziende con le quali è possibile cooperare nell’ambito di un forum per lo scambio di informazioni sulle sostanze (SIEF). Una sessione Questions & Answers alla fine del webinar potrà risolvere eventuali questioni in sospeso relative al tema.
      Questo è il secondo di una serie di webinar che si concentreranno su informazioni pratiche per registrare con successo le sostanze entro il termine del 31 maggio 2018.
      Registrazione
      REACH 2018 - pagina web
      Webinar REACH 2018: Conosci il tuo portfolio e inizia a prepararti
    • Webinar: aggiornamento per gli utilizzatori a valle
      21 ottobre 2015, 11:00-12:30, Helsinki (EEST, GMT +3)

      Il webinar si propone di aggiornare gli utilizzatori a valle sulle recenti attività che possano aiutarli a utilizzare le sostanze chimiche in modo sicuro e ad adempiere agli obblighi previsti dal Regolamento REACH. Tra gli argomenti: come gli utilizzatori a valle possono beneficiare del recente lavoro svolto per migliorare le informazioni lungo la catena di approvvigionamento, come preparare una relazione sulla sicurezza chimica e come notificare all'ECHA i propri usi.
      Pagina Webinar
      Agenda
      Registrazione
    • Workshop relativo alle domande di autorizzazione a come semplificare la procedura
      17 novembre 2015, Bruxelles

      La Commissione europea e l'ECHA stanno organizzando un seminario per migliorare il funzionamento della procedura di richiesta di autorizzazione.
      Si tratta di un approfondimento della conferenza 'Lessons Learned' sulle domande di autorizzazione, tenutasi a Helsinki il 10-11 febbraio 2015.
      Pagina Evento
      Registrazione
    • Sono in corso le consultazioni pubbliche relative ai seguenti documenti:
    • possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l'ECHA.
    Pubblicato il: 16/09/2015

    In questo numero: la Guida pratica 17 su come preparare la relazione sulla sicurezza chimica; aggiornato il Registro delle intenzioni; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    ECHA e-news - 9 settembre 2015

    In questo numero:

    • Come preparare una relazione sulla sicurezza chimica
      E’ disponibile una nuova guida pratica per gli utilizzatori a valle su come preparare una relazione sulla sicurezza chimica. Descrive gli approcci che gli utilizzatori a valle possono adottare per determinare i rischi e documentare la loro valutazione.
      Guida pratica 17
    • Imminente aggiornamento ePIC - importante cambiamento per le aziende che notificano le esportazioni di miscele
      Una nuova versione dello strumento ePIC utilizzato per la presentazione delle notifiche di esportazione e di importazione nell'ambito del regolamento PIC (sul Previo Consenso Informato), sarà pubblicato online ai primi di ottobre. Esso comporterà un cambiamento per le imprese che notificano le miscele che contengono una sostanza inclusa nel gruppo I dell'allegato I. Un esempio di tale miscela potrebbe essere quella contenente cloruro di cadmio (CE 233-296-7), che appartiene al gruppo "Cadmio e suoi composti" dell'allegato I.
      Per inviare le notifiche per queste miscele, il sistema ePIC aggiornato, richiede che l'azienda fornisca un numero CAS o CE della sostanza effettivamente utilizzata nella miscela, invece del solo riferimento alla indicazione generica del gruppo. Questo aiuterà a identificare chiaramente la sostanza già nella notifica (e non solo nella scheda di dati di sicurezza), garantire un processo decisionale più rapido per il paese importatore, nonché la semplificazione per le aziende della relazione di cui all’articolo 10, poiché le informazioni sulla sostanza saranno precompilate automaticamente su ePIC.
      Per mantenere tutte le notifiche chiare e coerenti, l'ECHA chiede alle aziende che intendono presentare le notifiche di esportazione per queste miscele nel 2016, di farlo esclusivamente con la nuova versione di ePIC (release 1.3).
      ePIC
      Regolamento PIC
      Allegato I
    • Decisioni di autorizzazione pubblicate
      La Commissione europea ha concesso le autorizzazioni per l’uso del triossido di diarsenico (CE 215-481-4) per le seguenti società: Boliden Kokkola Oy e Nordenhamer Zinkhütte GmbH con un periodo di revisione dell'autorizzazione fino al 21 maggio 2027, e Linxens Francia con un periodo di revisione dell'autorizzazione fino 21 maggio 2022.
      Pareri adottati
    • Aggiornato il Registro delle Intenzioni
      Classificazione ed etichettatura armonizzate
      Tre nuove intenzioni di presentare un dossier per la classificazione ed etichettatura armonizzata (CLH) sono state aggiunte al Registro delle intenzioni per le seguenti sostanze:

       

      • tifensulfuron metile (ISO) (CAS 79277-27-3 - Regno Unito;
      • asulame-sodio (ISO) (CE 218-953-8) - Regno Unito;
      • 4,4', 4''- (1,3,5-triazina-2,4,6-triyltriimino) tribenzoato di tris (2-etilesile) (CE 402-070-1) -Germania.

      CLH - intenzioni attuali

    • Il sito web dell'ECHA sta lanciando una ricerca tra gli utenti - Dite la vostra!
      Come parte della ricerca, l’ECHA ha lanciato un test di usabilità on-line. Il test ha lo scopo di capire come gli utenti trovano le informazioni sul sito dell’Agenzia. Dopo il test, gli utenti avranno la possibilità di lasciare il proprio indirizzo e-mail per partecipare a ulteriori test.
      Questo test online richiederà circa 15 minuti per essere completato.
      È possibile partecipare cliccando sul link in basso.
      Sito web dell'ECHA – Test online
    • Notizie sul sondaggio lanciato tra i lettori
      All'inizio di questa settimana, l’ECHA ha inviato ai suoi lettori il sondaggio annuale per chiedere opinioni e valutazioni sulle e-News e Newsletter. Questo sarà l'ultimo sondaggio fino al 2017, quindi questa è l’occasione per aiutare l’Agenzia a migliorare i propri servizi di informazione.
      Ogni utente ha ricevuto una e-mail personale alla propria casella di posta con un link al sondaggio. Tuttavia in caso di mancato ricezione del link, si può comunicarlo all'indirizzo: surveys@echa.europa.eu .
      Il sondaggio rimarrà aperto fino al 28 settembre del 2015.
    • Il 22 settembre si svolgerà un webinar dedicato al tema della sostituzione e a come questa opzione possa costituire un’opportunità per le imprese.
    • Il 21 ottobre si svolgerà un webinar dedicato agli obblighi per gli utilizzatori a valle.
    • Il 17 novembre si terrà a Bruxelles un workshop organizzato dall’ECHA e dalla Commissione europea su come migliorare le domande di autorizzazione.
    • Sono in corso le consultazioni pubbliche relative ai seguenti documenti:
    • possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l'ECHA.
    Pubblicato il: 19/06/2015

    In questo numero: è disponibile sul sito dell’ECHA l’aggiornamento dell’Inventario delle classificazioni e delle etichettature che include la classificazione delle sostanze armonizzate ai sensi della direttiva Seveso III; l'ECHA ricorda la scadenza del 17 giugno per la notifica delle SVHC presenti negli articoli e inserite nella Candidate List lo scorso dicembre; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    ECHA e-news - 3 giugno 2015

    In questo numero:
    Pubblicato il: 12/06/2015

    In questo numero: è’ disponibile sul sito dell’ECHA una nuova pagina che guida l'utente nella procedura di condivisione dei dati relativa alla registrazione delle sostanze; l'ECHA richiede informazioni sul piombo e i suoi composti; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    ECHA e-news - 27 maggio 2015

    In questo numero:

    • è disponibile sul sito dell’Agenzia il materiale presentato al 10° Stakeholders ‘Conference Day del 27 maggio.
    • Il Read-across è il metodo alternativo ai test sugli animali più comunemente usato per valutare i pericoli delle sostanze chimiche ai sensi del regolamento REACH. L’ECHA ha realizzato il Read-Across Assessment Framework (RAAF) allo scopo di fornire un approccio strutturato per la valutazione scientifica dei test in read-across presentati dai registranti nei loro dossier e la relativa giustificazione.
    • L’ECHA e l’Agenzia danese per la Protezione dell’Ambiente (Environmental Protection Agency) invitano le parti interessate a presentare entro il 24 giugno 2015 informazioni per identificare gli usi dei quattro ftalati DEHP, DBP, BBP e DIBP negli articoli, il contenuto di ftalati e i tassi di migrazione, nonché altre informazioni pertinenti per la preparazione di un dossier di restrizione di cui all’Allegato XV. Inoltre è stata avviata un’indagine con scadenza 5 giugno 2015 per acquisire informazioni aggiornate sul controllo di conformità e sui costi di una eventuale restrizione per i quattro ftalati.
    • L’ECHA sta organizzando delle visite per i propri funzionari presso PMI della stessa nazionalità. Si tratta di due giorni del prossimo autunno in cui gli esperti dell’Agenzia cercheranno di capire come le piccole e medie imprese operano per adempiere agli obblighi dei regolamenti in materia di sostanze chimiche. Per chi fosse interessato è possibile contattare l'ECHA all’indirizzo sme-ambassador@echa.europa.eu.
    • Sono disponibili sul sito dell’Agenzia i verbali della 32a riunione del Comitato di valutazione dei rischi (RAC) e della 26a riunione del Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) tenutisi a marzo 2015.
    • E’ disponibile sul sito dell’ECHA una nuova pagina che guida l'utente nella procedura di condivisione dei dati relativa alla registrazione delle sostanze. L'informazione è particolarmente utile per le piccole e medie imprese che potrebbero ancora non essere consapevoli dei propri diritti e doveri. Il regolamento REACH impone alle aziende che registrano la stessa sostanza di condividere i dati per evitare inutili sperimentazioni su animali e per ridurre i costi. Questo è il motivo per cui i registranti devono lavorare insieme per trovare un accordo su come condividere le informazioni e sui relativi costi.
    • Il 17 giugno 2015 si terrà ad Helsinki il webinar introduttivo relativo alle funzionalità dello strumento OECD QSAR Toolbox. Due esempi riguarderanno gli endpoint rilevanti per la scadenza di registrazione REACH del 2018 come ad esempio la sensibilizzazione cutanea e la tossicità acquatica.
    • L’ECHA organizza un seminario in collaborazione con Cefic e Eurometaux per migliorare le conoscenze riguardanti la predisposizione delle domande di autorizzazione. I principali argomenti trattati saranno il contenuto delle domande di autorizzazione, la consultazione pubblica sulle possibili alternative, l'analisi delle alternative, l'analisi socio-economica, nonché i format, i manuali e gli strumenti per la presentazione della domanda.
    • Sono in corso le consultazioni pubbliche relative ai seguenti documenti:
    • Inoltre sono richieste informazioni sul piombo e i suoi composti entro l’11 giugno e sulle sostanze 1-tert-butyl-3,5-dimethyl-2,4,6-trinitrobenzene; muschio xilene; Bis (4-aminophenyl)methane; 4,4’-Diaminodiphenylmethane; MDA entro il 15 luglio.
    • possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l'ECHA.
    Pubblicato il: 05/06/2015

    In questo numero: il Registro delle intenzioni è stato aggiornato, l'ECHA richiede informazioni sul piombo e i suoi composti, nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    ECHA e-news - 15 aprile 2015

    In questo numero:

    Pubblicato il: 10/04/2015

    In questo numero: l'ECHA ha realizzato un video che descrive i ruoli e le diverse tipologie di utilizzatori a valle ai sensi dei regolamenti REACH e CLP; il prossimo 27 maggio si terrà il 10° Stakeholders' Day, nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    ECHA e-news - 8 aprile 2015

    In questo numero:

    l’ECHA ha realizzato un video che descrive i ruoli e le diverse tipologie di utilizzatori a valle ai sensi dei regolamenti REACH e CLP. È possibile inviare osservazioni sul video compilando un breve questionario. Il collegamento al questionario è disponibile alla fine del video;

    nella Newsletter dell’ECHA sono riportate alcune domande frequenti relative al regolamento CLP in vista della scadenza del 2015 per la classificazione delle miscele;
    Materiale informativo
    Video sul CLP

    la Commissione europea sta organizzando a Bruxelles il 27 e 28 aprile 2015 un workshop per supportare le imprese nell’identificazione delle sostanze complesse ai fini della registrazione REACH. Sarà possibile seguire il workshop in streaming;

    l'Agenzia, in collaborazione con l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), ha organizzato il 7 e 8 ottobre 2015 a Helsinki un workshop di aggiornamento scientifico sulla valutazione del rischio nel comparto suolo. Lo scopo del workshop è di sviluppare nuovi approcci e metodi scientifici a sostegno della normativa europea in questo settore. Si invitano gli esperti ad inviare la propria manifestazione di interesse entro il 15 aprile 2015;

    è possibile registrarsi al 10° Stakeholders 'Conference Day, fino al 1 maggio p.v. L’evento, previsto per il 27 maggio, offre ai partecipanti la possibilità di ricevere informazioni sulle ultime novità e aggiornamenti dall’ECHA, dalle associazioni industriali europee e dalle ONG. La partecipazione al convegno è gratuita;
    Programma

    il prossimo 1° settembre si terrà a Helsinki il “Biocides Stakeholders’ Day”. L'evento offre ai partecipanti la possibilità di essere aggiornati riguardo alle ultime novità relative al regolamento sui biocidi (BPR). Nel corso dell’evento sarà anche affrontata l’imminente revisione del regolamento relativo alle tariffe nazionali.
    Le iscrizioni sono aperte fino a esaurimento posti e la partecipazione è gratuita;

    sono in corso le consultazioni pubbliche relative ai seguenti documenti:

    Inoltre entro il 28 maggio e l’11 giugno sono richieste informazioni rispettivamente sulle sostanze (3,3,4,4,5,5,6,6,7,7,8,8,8-tridecafluorooctyl)silanetriol and any of its mono-, di- or tri-O-(alkyl) derivatives e il piombo e i suoi composti;

    nuove opportunità di lavoro presso l'ECHA.

    Pubblicato il: 02/04/2015

    In questo numero: è disponibile sul sito dell'ECHA il primo Rapporto annuale relativo alla roadmap per l’identificazione delle sostanze estremamente preoccupanti (SVHC); i notificanti di circa 100 sostanze sono stati contattati e invitati a confrontare le loro notifiche con la classificazione armonizzata o con le notifiche presentate da altri soggetti e pubblicati nell'Inventario C&L; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

     

    ECHA e-news - 25 marzo 2015

    In questo numero:

    è disponibile sul sito dell'ECHA il primo Rapporto annuale relativo alla roadmap per l’identificazione delle sostanze estremamente preoccupanti (SVHC). Lo scopo della roadmap è di inserire tutte le sostanze che destano maggiore preoccupazione per la salute umana e per l’ambiente nella candidate list;

    l’ECHA invita i registranti, in particolare coloro che hanno presentato proposte di sperimentazione in attesa di valutazione, ad acquisire dimestichezza con le modifiche apportate al regolamento REACH relative alla tossicità per la riproduzione;

    è disponibile sul sito dell’Agenzia la versione aggiornata del “Summary of Product Characteristic (SPC) editor per supportare le imprese nella predisposizione delle domande di autorizzazione ai sensi del regolamento sui biocidi;

    l'ECHA in collaborazione con la Commissione europea, l’European Chemical Industry Council (Cefic), l’Eurometaux e l’European Association of Chemical Distributors (FECC) ha avviato un progetto pilota per incoraggiare i notificanti della stessa sostanza a trovare un accordo sulla relativa classificazione e etichettatura, attraverso l’utilizzo della piattaforma C&L dell’ECHA.
    I notificanti di circa 100 sostanze sono stati contattati e invitati a confrontare le loro notifiche con la classificazione armonizzata o con le notifiche presentate da altri soggetti e pubblicati nell’Inventario C&L;

    sono stati pubblicati i risultati della valutazione da parte dell’ECHA dell'uso del cadmio e dei suoi composti nelle materie plastiche. L’ECHA al momento ritiene che non ci siano le condizioni per proporre una restrizione per tale utilizzo;

    La Commissione europea sta organizzando a Bruxelles il 27 e 28 aprile 2015 un workshop per supportare le imprese nell’identificazione delle sostanze complesse ai fini della registrazione REACH. Il workshop sarà trasmesso in streaming. La registrazione e il materiale presentato saranno disponibili sul sito della Commissione europea dopo l'evento;

    l'Agenzia, in collaborazione con l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), ha organizzato il 7 e 8 ottobre 2015 a Helsinki un workshop di aggiornamento scientifico sulla valutazione del rischio nel comparto suolo. Lo scopo del workshop è di sviluppare nuovi approcci e metodi scientifici a sostegno della normativa europea in questo settore. Si invitano gli esperti ad inviare la propria manifestazione di interesse entro il 15 aprile il 2015. Si potrà partecipare solo su invito;

    Sono in corso le consultazioni pubbliche relative ai seguenti documenti:

    possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l'ECHA.

    Pubblicato il: 26/03/2015

    In questo numero: l'ECHA ha adottato il piano d'azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP) per il periodo 2015-2017; il RAC e il SEAC hanno concordato nuovi pareri sulle domande di autorizzazione e proposte di restrizione; nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    ECHA e-news - 18 marzo 2015

    In questo numero:

    L’ECHA ha adottato il piano d'azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP) per il 2015-2017 con 134 sostanze da valutare. L'aggiornamento del CoRAP per il 2015-2017 è stato preparato in stretta cooperazione con gli Stati membri.

    Nel corso della riunione plenaria, il Comitato per la valutazione dei rischi (RAC) ha esaminato 12 domande di autorizzazione per 17 usi relativi al trichloroethylene e conseguentemente ha concordato 11 bozze di parere; ha adottato inoltre una proposta di restrizione relativa ai sali di ammonio nei materiali isolanti in cellulosa.
    Durante la sessione relativa alla classificazione ed etichettatura armonizzate, il RAC ha adottato sei pareri e ha proseguito i lavori sulla proposta francese per limitare il bisfenolo A (BPA), utilizzato nella carta termica dei biglietti e delle ricevute.

    Nel corso della riunione plenaria, il Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) ha adottato due pareri definitivi sulle proposte di restrizione relative al cadmio e ai suoi composti nei colori per artisti e al crisotilo. Il Comitato ha inoltre concordato la bozza di parere sulla proposta di restrizione dei sali di ammonio nei materiali isolanti in cellulosa. Infine, il Comitato ha esaminato 12 domande di autorizzazione per 17 usi del trichloroethylene e conseguentemente ha concordato 16 bozze di parere.

    L’ECHA ha avviato una consultazione pubblica sulla bozza di parere del SEAC relativa alla proposta di restrizione dei sali di ammonio inorganici contenuti nei materiali isolanti in cellulosa. Il termine ultimo per inviare commenti è il 18 maggio 2015. Nel mese di giugno 2015, l'ECHA presenterà alla Commissione europea i pareri dei Comitati RAC e SEAC.

    La Newsletter dell’ECHA ha raccolto alcune domande frequenti relative al regolamento CLP in vista della scadenza del 2015. L’indagine mira ad agevolare le imprese a classificare in modo appropriato le miscele ai sensi del regolamento CLP.
    Materiale informativo
    Video sul CLP.

    L’ECHA ha pubblicato la versione aggiornata relativa alla procedura di approvazione per i biocidi, concordata in occasione della nona riunione del comitato sui biocidi (BPC) tenutasi nel mese di febbraio. La nuova versione, rispetto alle precedenti, fornisce chiarimenti in merito alle responsabilità, agli attori coinvolti e alla tempistica e comprende alcuni elementi aggiuntivi.

    L'Agenzia chiarisce le modalità che le aziende devono adottare per segnalare più esplicitamente l'uso di sostanze nella fratturazione idraulica impiegata per la ricerca o l’estrazione di petrolio e gas.

    L’ECHA sta organizzando un workshop su come utilizzare le informazioni derivanti dalle procedure previste dai regolamenti REACH e CLP, al fine di promuovere l'uso sicuro delle sostanze chimiche nei siti industriali. Il workshop offre ai partecipanti la possibilità di comprendere come i dati generati dalle procedure ai sensi del REACH e CLP possano supportare le industrie nel rispetto degli obblighi derivanti da altre legislazioni. La partecipazione al workshop è su invito. Per qualsiasi richiesta sull’evento contattare il seguente indirizzo: downstream_users@echa.europa.eu.

    L'Agenzia, in collaborazione con l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), ha organizzato il 7 e 8 ottobre 2015 un workshop di aggiornamento scientifico sulla valutazione del rischio nel comparto suolo. Il workshop si svolgerà a Helsinki ed è prevista la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni governative, del mondo accademico, dell'industria e altre parti interessate. Lo scopo del workshop è di sviluppare nuovi approcci e metodi scientifici a sostegno della normativa europea in questo settore. Si invitano gli esperti ad inviare la propria manifestazione di interesse entro il 15 aprile il 2015.

    L’ECHA ha avviato la consultazione pubblica relativa alla proposta di restrizione per la vendita al pubblico di fluidi per il lavaggio del parabrezza e di alcol denaturato contenenti metanolo in concentrazione pari o superiore al 3% in peso. Lo scopo è di eliminare l’avvelenamento da ingestione di questi prodotti contenenti metanolo in alte concentrazioni. Coloro che abusano cronicamente di alcol consumano questi prodotti come surrogato dell’etanolo perché meno costosi. L'ingestione di metanolo può causare cecità permanente e morte. E’ possibile inviare commenti entro il 18 settembre 2015.

    Sono inoltre in corso le consultazioni pubbliche relative ai seguenti documenti:

    Possibilità di nuove opportunità di lavoro presso l'ECHA.

    Pubblicato il: 17/03/2015

    In questo numero: l'ECHA ha pubblicato il Rapporto 2014 sull'attività di valutazione, è stato aggiornato il Registro delle Intenzioni, nuove consultazioni pubbliche e altro ancora.

    In questo numero:

    • l’ECHA ha pubblicato il Rapporto sull’attività di valutazione del 2014, ai sensi dell’art. 54 del regolamento REACH. Il Rapporto mostra come una parte considerevole dei dossier di registrazione esaminati richieda dei miglioramenti ma allo stesso tempo evidenzia anche come molti più registranti rispettino quanto indicato nelle decisioni dell'ECHA relative alla valutazione dei dossier.

     

     

    • Il Registro delle intenzioni è stato aggiornato con:

     

    • E’ stato aggiornato il Public Activities Coordination Tool (PACT) con cinque nuove intenzioni per l’analisi della migliore opzione di gestione del rischio (Risk Management Option Analysis - RMOA) per le sostanze: nitrobenzene (EC 202-716-0), 4,4'-sulphonyldiphenol (EC 201-250-5), 2-ethylhexyl acrylate (EC 203-080-7), (1-methyl-1,2-ethanediyl)bis[oxy(methyl-2,1-ethanediyl)] diacrylate (EC 256-032-2) e perfluorononan-1-oic acid (PFNA) (EC 203-856-5).

     

    • L’ECHA intende modificare le modalità di pubblicazione delle osservazioni presentate all'Agenzia in relazione alle consultazioni pubbliche sulle proposte di restrizione REACH. L’Agenzia non pubblicherà più i commenti solo al termine del processo di consultazione (che dura sei mesi), ma ogni mese per tutta la durata della consultazione.

     

    • È disponibile sul sito dell'ECHA il programma relativo al 10° Stakeholders 'Conference Day, previsto il 27 maggio p.v. Durante l’evento saranno trattati, tra gli altri, i seguenti argomenti:
      • le procedure chiave che i registranti devono prendere in considerazione in vista della scadenza REACH 2018;
      • la nuova strategia dell'ECHA per quanto riguarda il controllo di conformità;
      • alcuni casi studio di valutazione delle sostanze;
      • come si predispone la domanda di autorizzazione.

      Gli operatori del settore durante la Conferenza hanno la possibilità di prenotare sessioni individuali con gli esperti tecnico-scientifici dell'Agenzia per discutere argomenti specifici. La Conferenza si svolgerà nella sede dell'ECHA e sarà disponibile in streaming. La partecipazione è gratuita.Per qualsiasi richiesta è possibile contattare echa-events@echa.europa.eu
      Programma

    • L’ECHA ha avviato una consultazione pubblica sulla proposta di classificazione ed etichettatura armonizzate per il biocida 5-chloro-2-(4-chlorophenoxy)phenol (EC number 429-290-0). Questa sostanza è utilizzata, ad esempio, nei prodotti biocidi per l'igiene umana, come disinfettante negli ambienti sanitari e nei disinfettanti utilizzati nel settore alimentare. Attualmente vi è una classificazione armonizzata per questo biocida e lo Stato Membro che ha presentato il dossier propone l’inserimento di fattori M per la classificazione ambientale. Il termine ultimo per inviare commenti è il 24 aprile 2015.

     

     

    Pubblicato il: 11/03/2015

    In questo numero:

     

    • L’ECHA ha pubblicato una relazione che valuta l'affidabilità degli SpERCs (Specific Environmental Release Categories – Categorie specifiche di rilascio nell'ambiente) nel contesto degli obblighi di informazione ai sensi del regolamento REACH per quanto riguarda la valutazione della sicurezza chimica.

     

     

     

    • L’ECHA ha avviato una consultazione pubblica su due proposte di identificazione come sostanze estremamente preoccupanti (SVHC)per:
      • l’1,2-benzenedicarboxylic acid, di-C6-10-alkyl esters; 1,2-benzenedicarboxylic acid, mixed decyl and hexyl and octyl diesters with = 0.3% of dihexyl phthalate (EC N. 201-559-5);
      • il 5-sec-butyl-2-(2,4-dimethylcyclohex-3-en-1-yl)-5-methyl-1,3-dioxane [1], 5-sec-butyl-2-(4,6-dimethylcyclohex-3-en-1-yl)-5-methyl-1,3-dioxane [2] [covering any of the individual isomers of [1] and [2] or any combination thereof]. La prima sostanza viene utilizzata come plastificante e lubrificante. La seconda consiste in un gruppo di sostanze (comprende ad esempio il Karanal). Il termine ultimo per inviare commenti è il 16 aprile 2015.

     

     

    Pagine