Sostanze in esame

-A A +A
Condividi con: Condividi su Facebook Condividi su Google+ Condividi su Twitter Invia email con link

In questa sezione sono riportate le informazioni su alcune categorie di sostanze in esame da parte degli Stati membri e dell’ECHA. Alcune di queste sostanze vengono inserite nella lista delle sostanze estremamente preoccupanti candidate (Candidate list) all'autorizzazione e, in taluni casi, queste sono incluse nell'Allegato XIV.  Nelle pagine dell'ECHA  per ciascuna sostanza è indicato il nome, il numero CAS, il motivo dell'inclusione e la relativa documentazione.

Lista delle sostanze estremamente preoccupanti candidate all'autorizzazione. Le sostanze  "estremamente preoccupanti indicate con l'acronimo SVHC (Substances of Very High Concern)  sono quelle sostanze che hanno effetti molto gravi e spesso irreversibili sull'uomo e sull'ambiente  come le sostanze Cancerogene (C), Mutagene (M), tossiche per la Riproduzione (R), Persistenti, Bioaccumulabili e Tossiche (PBT),  molto Persistenti e molto Bioaccumulabili (vPvB) e quelle identificate come Interferenti Endocrini (IE). Su richiesta della Commissione europea, uno Stato membro o l'ECHA possono proporre una sostanza da identificare come sostanza estremamente preoccupante. Se la sostanza è identificata come tale, viene aggiunta all'elenco di sostanze candidate ai fini della sua eventuale inclusione nell'Allegato XIV.

Lista delle sostanze inserite nell’allegato XIV del regolamento REACH ovvero sostanze soggette all'obbligo di autorizzazione (Titolo VII REACH).

Infine  nel PACT - Public Activities Coordination Tool sono riportate le informazioni sulle sostanze per le quali è in corso da parte degli Stati membri e dell’ECHA l’analisi della migliore opzione di gestione del rischio (valutazione, restrizione autorizzazione ecc.) o la valutazione delle proprietà PBT/vPvB (Persistenti, Bioaccumulabili e Tossiche/molto Persistenti e molto Bioaccumulabili) o di interferenza endocrina.

Oltre alle sostanze deglio elenche sopraindicati, gli stati Membri in collaborazione con l'ECHA, valutano ogni anno iverse sostanze in commercio, secondo un programma denominato "piano d'azione a rotazione a livello comunitario (CoRAP)".

 

Condividi con: Condividi su Facebook Condividi su Google+ Condividi su Twitter Invia email con link