Glossario

-A A +A
Condividi con: Condividi su Facebook Condividi su Google+ Condividi su Twitter Invia email con link

In questa sezione sono riportate in un linguaggio semplice e di facile comprensione per il pubblico le definizioni delle parole chiave dei regolamenti REACH e CLP. È possibile trovare definizioni più complete nel database “ECHA-term”.

All'anno: per anno solare

Articolo: un oggetto a cui sono dati durante la produzione una forma, una superficie o un disegno particolari che ne determinano la funzione in misura maggiore della sua composizione chimica

Attori della catena di approvvigionamento: tutti i fabbricanti e/o importatori e/o utilizzatori a valle in una catena di approvigionamento

Autorizzazione: procedura prevista per le sostanze estremamente preoccupanti, allo scopo di assicurare che i rischi associati al loro uso siano adeguatamente controllati e favorire, al tempo stesso, la loro progressiva sostituzione con sostanze o tecnologie alternative meno pericolose. Le sostanze soggette all’obbligo di autorizzazione sono elencate nell'Allegato XIV al regolamento REACH. L’autorizzazione all’uso di una sostanza estremamente preoccupante è rilasciata dalla Commissione europea, per un periodo di tempo limitato, sulla base dell’esame effettuato dall’ECHA delle domande presentate dalle imprese  

Bioaccumulo: risultato netto dell’assorbimento, della trasformazione e dell’eliminazione di una sostanza in un organismo attraverso tutte le vie di esposizione (aria, acqua, sedimenti/suolo e cibo)

Candidate List: lista delle sostanze estremamente preoccupanti (Substances of Very High Concern)dalla quale verranno selezionate le sostanze da inserire nell’allegato XIV del regolamento REACH (elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione)

Catena di approvvigionamento: rete di produttori e/o importatori e/o utilizzatori a valle che prendono parte alla produzione, alla consegna e alla vendita di sostanze

Classe di pericolo: la natura del pericolo fisico, per la salute o per l’ambiente

Classificazione: attribuzione di una classe di pericolo ad una sostanza o ad una miscela di sostanze

Collo: il completo risultato dell’operazione di imballaggio comprendente l’imballaggio e il suo contenuto

Destinatario di una sostanza o di una miscela: un utilizzatore a valle o un distributore a cui viene fornita una sostanza o un preparato

Destinatario di un articolo: un utilizzatore industriale o professionale o un distributore a cui viene fornito un articolo esclusi i consumatori

Dichiarante: il fabbricante o l’importatore di una sostanza, o il produttore o l’importatore di un articolo che presenta una registrazione per una sostanza

Distributore: ogni persona fisica o giuridica stabilita nell’Unione europea, compreso il rivenditore al dettaglio, che si limita ad immagazzinare e a immettere sul mercato una sostanza, in quanto tale o come componente di una miscela

Etichetta: insieme appropriato di informazioni scritte, stampate o rappresentate graficamente sul contenitore o l’imballaggio di una sostanza o una miscela, allo scopo di comunicare ai consumatori gli eventuali pericoli per la salute umana e l’ambiente

Fabbricante: ogni persona fisica o giuridica stabilita nell’Unione europea che fabbrica una sostanza all’interno dell’Unione

Fabbricazione: la produzione o l’estrazione di sostanze allo stato naturale

Fornitore di una sostanza o di una miscela: ogni fabbricante, importatore, utilizzatore a valle o distributore che immette sul mercato una sostanza in quanto tale o in quanto componente di una miscela, o una miscela

Fornitore di un articolo: ogni produttore o importatore di un articolo, distributore o altro attore della catena di approvvigionamento che immette un articolo sul mercato

Imballaggio: uno o più contenitori che possono svolgere la loro funzione di contenimento e altre funzioni di sicurezza

Immissione sul mercato: l’offerta o la messa a disposizione da parte di terzi, contro pagamento o gratuita. L’importazione è considerata un’immissione sul mercato

Importatore: ogni persona fisica o giuridica stabilita nell’Unione europea responsabile dell’importazione

Importazione: l’introduzione fisica nel territorio doganale dell’Unione europea

Miscela: insieme di due o più sostanze

Numero CAS: numero del Chemical Abstracts Service. Si tratta di un identificativo numerico per l’individuazione univoca di una sostanza chimica.

Pericolo: potenzialità di una sostanza chimica di provocare effetti avversi per la salute umana e l’ambiente dovuta alle sue proprietà intrinseche (ad esempio infiammabilità).

Produttore di un articolo: ogni persona fisica o giuridica che fabbrica o assembla un articolo all’interno dell’Unione europea

Restrizione: qualsiasi condizione o divieto riguardante la fabbricazione, l’uso o l’immissione sul mercato di una sostanza. Le restrizioni stabilite ai sensi del regolamento REACH sono riportate nell'Allegato XVII del regolamento, che ne specifica l'ambito di applicazione e le condizioni.

Rischio: la probabilità che, in seguito all’esposizione ad una sostanza chimica, si verifichino effetti avversi. Il rischio posto da una sostanza dipende sia dalle sue proprietà intrinseche (pericolo) sia dall'esposizione.

Scheda di dati di sicurezza: costituisce uno strumento ulteriore per trasmettere agli utilizzatori professionali di sostanze e miscele pericolose informazioni più dettagliate rispetto a quelle presenti sull’etichetta.

Scenario di esposizione: l’insieme delle condizioni, comprese le condizioni operative e le misure di gestione dei rischi, che descrivono il modo in cui la sostanza è fabbricata o utilizzata durante il suo ciclo di vita e la relativa esposizione dell’uomo e dell’ambiente

Sostanza: un elemento chimico e i suoi composti, allo stato naturale od ottenuti per mezzo di un procedimento di fabbricazione, compresi gli additivi necessari a mantenerne la stabilità e le impurità derivanti dal procedimento utilizzato, ma esclusi i solventi che possono essere separati senza compromettere la stabilità della sostanza o modificarne la composizione

Sostanza intermedia: una sostanza fabbricata, consumata o utilizzata per essere trasformata, mediante un processo chimico in un’altra sostanza

Uso: ogni operazione di trasformazione, formulazione, consumo, immagazzinamento, conservazione, trattamento, riempimento di contenitori, trasferimento da un contenitore all’altro, miscelazione, produzione di un articolo o ogni altra utilizzazione di una sostanza

Utilizzatore a valle: ogni persona fisica o giuridica stabilita nell’Unione europea diversa dal fabbricante o dall’importatore che utilizza una sostanza, in quanto tale o in quanto componente di una miscela, nell’esercizio delle sue attività industriali o professionali​

Condividi con: Condividi su Facebook Condividi su Google+ Condividi su Twitter Invia email con link